Patchwork #3 - Conflitto di interessi

Ti confidiamo un segreto: avevamo pensato al lunedì per la pubblicazione di questa newsletter perché il lunedì è il giorno dei problemi. Fine settimana alle spalle, si ritorna al lavoro, spesso sotto un caldo torrido.

Cosa c’è di meglio nel giorno dei problemi che parlare di soluzioni?

Ma le soluzioni sono spesso faticose e non bastano da sole, nonostante tutte le migliori intenzioni. Lo abbiamo riscoperto leggendo questa storia dagli Stati Uniti che parla di immigrazione, uno dei temi caldi di questa guerra lampo elettorale in Italia.

Prima di leggere, però, tre pillole extra: tre storie dai nostri amici di NEWS48.

Ora tocca a noi. Come detto, andiamo negli Stati Uniti. Una storia di criticità e della voglia comunque di trovare soluzioni. La racconta The Christian Science Monitor.

 

Buona lettura!

La porta aperta del Maine per i rifugiati incontra una carenza di alloggi​

"Qui si prendono cura di me. Mi hanno dato da mangiare. Mi hanno dato un posto, una stanza di motel…io adoro questo luogo. Non me ne andrò mai". (Melanie Stetson Freeman/Staff)

Doug Struck, 15 luglio 2022

PORTLAND, MAINE (USA) – Anche adesso, viva e al sicuro, Linode Lafleur piange al ricordo della giungla. La donna haitiana e la sua famiglia hanno vagato per giorni per poter arrivare negli Stati Uniti.

Niente cibo né riposo. Attraversando fiumi alti fino al petto che hanno spazzato via molte altre vite. Corpi lungo il sentiero. Scogliere insidiose, ripide e difficili. Solo le suppliche di suo figlio di 4 anni le davano la motivazione per andare avanti. “Volevo buttarmi dalle scogliere. Volevo morire”, dice.

Da Haiti al Cile alla Bolivia al Perù all’Ecuador alla Colombia. Attraverso la giungla fino a Panama, Costa Rica, Nicaragua, Honduras, Guatemala, Messico. Gran parte a piedi.

Ti interessa questo articolo?

Lo abbiamo scritto per la newsletter “Patchwork”, che tratta di soluzioni dal mondo a problemi sociali, economici, ambientali e non solo.

Se vuoi leggere l’articolo intero, iscriviti alla nostra newsletter. Con l’iscrizione avrai una mail di benvenuto con la password per accedere nell’archivio dove troverai gli articoli completi, compreso questo.