Comunic-Azione #3 - Cinema, linguaggio e collante sociale

Spesso sentiamo parlare di radicalizzazione, ossia l’attitudine ad abbracciare opinioni e idee estremiste di tipo politico o religioso, con il conseguente rischio di comportamenti violenti.
 
Tra i progetti di contrasto e prevenzione del fenomeno in ambito giovanile, ti vorrei parlare del progetto CineCommunity, un programma di cineforum che ha coinvolto scuole secondare e Università in diversi paesi in Europa, tra cui l’Italia, proponendo sessioni di film seguite da un’ora di dibattito e discussione. Lo scopo è migliorare il pensiero critico tra i ragazzi e costruire comunità di giovani che condividano la loro passione per il cinema. Sono stati scelti film che indirizzassero ad argomenti importanti per il contesto Europeo attuale e trattassero differenti aspetti sul tema della violenza, dell’ideologia e dell’estremismo, incoraggiando il dialogo interculturale e interreligioso e il rispetto dei diritti umani e dei valori democratici.
 
In Italia, il progetto è stato sviluppato a Firenze da un gruppo di ricerca UniFi coordinato dalla professoressa Raffaella Biagioli, che ha condiviso il contesto emerso e le informazioni ottenute dai ragazzi.
 

Purtroppo stavolta per un problema tecnico nel caricamento dell’audio non è disponibile il podcast.

Posso solo augurarti…buona lettura!

Parliamo del progetto CineCommunity, come nasce e con quali finalità?

Il progetto fa parte del programma europeo “CommUnity” che ha come obiettivo la prevenzione degli estremismi, della radicalizzazione e dei comportamenti antisociali in Europa. È stato creato e finanziato proprio con lo scopo di incrementare la coesione sociale e il senso di appartenenza tra i giovani.

A questo progetto europeo, che si è concluso da poco, hanno aderito Belgio, Francia, Croazia, Germania, Grecia, Italia, Spagna e Paesi Bassi. Si fonda sul potenziamento del dialogo interculturale e della creazione di comunità tra i giovani e tra le fasce più vulnerabili della popolazione attraverso la condivisione di forme di espressione culturali e artistiche, pertanto l’uso delle metodologie è un aspetto importantissimo di cui tener conto.

Ti interessa questo articolo?

Lo abbiamo scritto per la newsletter “Comunic-Azione”, che tratta di comunicazione di massa e società.

Per leggere l’articolo intero dovrai iscriverti alla nostra newsletter. Con l’iscrizione avrai una mail di benvenuto con la password per accedere nell’archivio dove troverai gli articoli completi, compreso questo.