Prologo

Campi Flegrei, 27 settembre 2023

Alle 3.35 del mattino la terra trema. Aveva già tremato uno, due, tre, anche quattro giorni prima. Stavolta però la scossa è più forte. La mattina del 26 settembre era stata caratterizzata da uno sciame sismico con scosse alle 5.06, 8.31, 9.10, 15.55, 22.49, 23.36.

Poi le 3.35 del mattino seguente, la magnitudo è 4.2. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile comunica di essersi messa in contatto con lo staff in loco e di aver reso disponibile online una mappa interattiva con il piano di evacuazione in seguito ad un’eruzione del Vulcano Campi Flegrei, piano valido anche in caso di scosse sismiche.

Sulla mappa sono segnalate, in rosso, le zone in cui l’unica misura di salvaguardia della popolazione, in caso di allarme, è l’evacuazione preventiva; in giallo, le zone in cui potrebbe rendersi necessaria l’evacuazione temporanea di persone residenti in edifici resi vulnerabili o difficilmente accessibili.

Ci sono anche dei quadratini blu. Quelli indicano le aree di attesa previsti dai piani di protezione civile comunale. Sono le aree di partenza per i cittadini che hanno scelto di allontanarsi con il trasporto pubblico assistito, per raggiungere i puntini verdi sulla mappa. Quelli sono le aree di incontro, sono previste dalla pianificazione nazionale di protezione civile. Da lì raggiungeranno le regioni o le province autonome gemellate.

Pisa, 2015

Mi chiamo Lucia. Nel 2015 ero iscritta al corso di Corso di Cooperazione Internazionale dell’Università di Pisa. Un giorno avevo la lezione di Emergenze e Protezione Civile. Il docente era il professor Emilio Ardovino. Nato a Salerno nel 1960, ha curato e cura corsi di formazione sulla Protezione Civile presso la Provincia di La Spezia e vari comuni della Liguria (tra cui Genova), anche per i comandi di polizia locale.

Al termine della lezione, il professore ci lasciò un compito: recarci presso la sede del nostro Comune di residenza e chiedere il piano comunale di protezione civile.

Sul sito della Protezione Civile, il piano viene definito “l’insieme delle procedure operative di intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità attesa in un determinato territorio”. Serve a descrivere come vengono coordinate le azioni e le relazioni, come proteggere persone e proprietà durante emergenze o disastri; identifica il personale, l’equipaggiamento, le competenze e risorse oltre alle iniziative necessarie per migliorare le condizioni delle persone evacuate. Serve, inoltre, a informare i cittadini sugli scenari di rischio e sull’organizzazione dei servizi di protezione civile del proprio territorio, garantendo la loro partecipazione, anche per permettere loro di adottare misure di autoprotezione in situazioni di emergenza.

Un documento pubblico dunque. Quello di vederlo era un diritto che, come cittadina, ho ma non sapevo di avere. Devo dire che la cosa un po’ mi divertiva: sarei dovuta andare in Comune a “rompere”.  Non a caso la famiglia e gli amici più intimi, di quando in quando, mi chiamano “Pinzetta”.

Tornata nelle Marche, andai alla sede del mio Comune. Non fu un grande successo: il piano c’era ma non fu possibile avere visione della sua versione aggiornata. Tempo dopo, ricontattai il professor Ardovino, sia per segnalargli l’insuccesso che per ringraziarlo per avermi dato quell’occasione e per avermi insegnato una cosa che non sapevo.

Il piano comunale di protezione civile è anche mio.

Anche nostro.

Abbiamo intervistato alcune persone per capire di più su cosa vuol dire fare pianificazione di protezione civile.

Cliccando su “Enter Story” puoi entrare in una simulazione di chat interattiva.

Quando sei dentro, clicca su “Meet your interviewees” per conoscere le persone con cui abbiamo parlato. Puoi scegliere con chi parlare, in quale ordine e fare delle domande.

Buona lettura!

Abruzzo

Altino

Archi

Ari

Arielli

Atessa

Bomba

Borrello

Bucchianico

Canosa Sannita

Carpineto Sinello

Carunchio

Casacanditella

Casalanguida

Casalbordino

Casalincontrada

Casoli

Castel Frentano

Castelguidone

Castiglione Messer Marino

Celenza sul Trigno

Chieti

Civitaluparella

Civitella Messer Raimondo

Colledimacine

Colledimezzo

Crecchio

Cupello

Fallo

Fara Filiorum Petri

Fara San Martino

Filetto

Fossacesia

Fraine

Francavilla al Mare

Fresagrandinaria

Frisa

Furci

Gamberale

Gessopalena

Gissi

Giuliano Teatino

Guardiagrele

Guilmi

Lama dei Peligni

Lanciano

Lentella

Lettopalena

Liscia

Miglianico

Montazzoli

Montebello sul Sangro

Monteferrante

Montelapiano

Montenerodomo

Mozzagrogna

Orsogna

Ortona

Paglieta

Palena

Palmoli

Palombaro

Pennadomo

Pennapiedimonte

Perano

Pietraferrazzana

Pizzoferrato

Poggiofiorito

Pollutri

Pretoro

Quadri

Rapino

Ripa Teatina

Rocca San Giovanni

Roccamontepiano

Roccascalegna

Roccaspinalveti

Roio del Sangro

Rosello

San Buono

San Giovanni Lipioni

San Giovanni Teatino

San Martino sulla Marrucina

San Salvo

San Vito Chietino

Santa Maria Imbaro

Sant’Eusanio del Sangro

Scerni

Schiavi di Abruzzo

Taranta Peligna

Tollo

Torino di Sangro

Tornareccio

Torrebruna

Torrevecchia Teatina

Torricella Peligna

Treglio

Tufillo

Vacri

Vasto

Villa Santa Maria

Villalfonsina

Villamagna

Acciano

Aielli

Alfedena

Anversa degli Abruzzi

Ateleta

Avezzano

Balsorano

Barete

Barisciano

Barrea

Bisegna

Bugnara

Cagnano Amiterno

Calascio

Campo di Giove

Campotosto

Canistro

Cansano

Capestrano

Capistrello

Capitignano

Caporciano

Cappadocia

Carapelle Calvisio

Carsoli

Castel del Monte

Castel di Ieri

Castel di Sangro

Castellafiume

Castelvecchio Calvisio

Castelvecchio Subequo

Celano 

Cerchio

Civita d’Antino

Civitella Alfedena

Civitella Roveto

Cocullo

Collarmele

Collelongo

Collepietro

Corfinio

Fagnano Alto

Fontecchio

Fossa

Gagliano Aterno

Gioia dei Marsi

Goriano Sicoli

Introdacqua

L’Aquila

Lecce nei Marsi

Luco dei Marsi

Lucoli

Magliano de’ Marsi

Massa d’Albe

Molina Aterno

Montereale

Morino

Navelli

Ocre

Ofena 

Opi

Oricola

Ortona dei Marsi

Ortucchio

Ovindoli

Pacentro

Pereto

Pescasseroli

Pescina

Pescocostanzo

Pettorano sul Gizio

Pizzoli

Poggio Picenze

Prata d’Ansidonia

Pratola Peligna

Prezza

Raiano

Rivisondoli

Rocca di Botte

Rocca di Cambio

Rocca di Mezzo

Rocca Pia

Roccacasale

Roccaraso

San Benedetto dei Marsi

San Benedetto in Perillis

San Demetrio ne’ Vestini

San Pio delle Camere

San Vincenzo Valle Roveto

Sante Marie

Sant’Eusanio Forconese

Santo Stefano di Sessanio

Scanno

Scontrone

Scoppito

Scurcola Marsicana

Secinaro

Sulmona

Tagliacozzo

Tione degli Abruzzi

Tornimparte

Trasacco

Villa Santa Lucia degli Abruzzi

Villa Sant’Angelo

Villalago

Villavallelonga

Villetta Barrea

Vittorito

Abbateggio

Alanno

Bolognano

Brittoli

Bussi sul Tirino

Cappelle sul Tavo

Caramanico Terme

Carpineto della Nora

Castiglione a Casauria

Catignano

Cepagatti

Città Sant’Angelo

Civitaquana

Civitella Casanova

Collecorvino

Corvara

Cugnoli

Elice

Farindola

Lettomanoppello

Loreto Aprutino

Manoppello

Montebello di Bertona

Montesilvano

Moscufo

Nocciano

Penne

Pescara

Pescosansonesco

Pianella

Picciano

Pietranico

Popoli

Roccamorice

Rosciano

Salle

San Valentino in Abruzzo Citeriore

Sant’Eufemia a Maiella

Scafa

Serramonacesca

Spoltore

Tocco da Casauria

Torre de’ Passeri

Turrivalignani

Vicoli

Villa Celiera

Contenuto della fisarmonica